Hardware

Il super computer giapponese ‘K’ verrà spento in agosto 2019

Il super computer ‘K’ verra’ spento in agosto, dopo 7 anni di attività, per lasciare spazio ad una versione ancora più avanzata. La nuova versione sarà presentata non prima del 2021.

Il super computer ‘K’: le cause

Lo ha reso noto Riken, l’istituto di ricerca di scienze computazionali avanzate, con sede a Kobe, il super computer cesserà il suo lavoro quest’estate a causa dei suoi costi elevati.

Fino a poco tempo fa, il super computer ‘K’ rappresentava la macchina più potente della terra, capace di raggiungere durante la sua progettazione una velocità di 10 milioni di miliardi di calcoli al secondo.

Il super computer ‘K’: la nascita

Il supercomputer è stato avviato nel settembre 2012, nato da una collaborazione di 6 anni tra il Riken e l’azienda Fujitsu. Costato circa 111 miliardi di yen, equivalenti a 900 milioni di euro. La macchina svolge funzioni di ricerca nel campo farmaceutico, studi sismici, ed esami dei fenomeni meteorologici.

Il governo ha valutato l’opportunità di mantenere in funzione la macchina fino all’inizio del nuovo progetto, prima di cambiare idea, a causa delle spese elevatissime. Da giungo 2018, secondo la classifica mondiale “Top 500 elaboratori”, il “Summit” rappresenta il supercomputer più potente al mondo ed ha sede negli Stati Uniti.


Tags
Back to top button

AdBlock Rilevato

Questo sito non contiene annunci invasivi. Vi preghiamo di disabilitare AdBlock per poter continuare a navigare