Mobile

Smartphone Xiaomi: un app preinstallata minaccia la sicurezza

Un importante problema di sicurezza che riguarda gli smartphone Xiaomi è stato scoperto dal team di ricerca Check Point Research.

Chiariamo subito che Xiaomi ha già chiuso la falla con un aggiornamento, visto che l’azienda cinese è stata subito avvisata da Check Point.

Secondo quanto riportato dalla società che si occupa di sicurezza informatica, un’applicazione preinstallata all’interno degli smartphone Xiaomi sarebbe vulnerabile ad attacchi di tipo Man-in-the-Middle.

Smartphone Xiaomi bug sicurezza

La curiosità è che non si tratta di un’applicazione qualsiasi, ma di  Guard Provider che non è altro che un’applicazione dedicata alla sicurezza.

I dati degli utenti però sono stati comunque esposti per un certo periodo di tempo a molteplici pericoli. Secondo quanto riportato da Check Point, il traffico di rete da e verso Guard Provider, l’app preinstallata sui dispositivi Xiaomi, era esposto a richio in quanto non crittografato.

smartphone xiaomi mi mix 3

Questo avrebbe permesso a chiunque di connettersi alla stessa rete Wi-Fi dell’utente ed eseguire l’attacco Man-in-the-Middle.

Ma non è finita qui, perché con un aggiornamento SDK di terze parti si sarebbe potuto disabilitare anche tutte le protezioni integrate che difendono i dati dell’utente da malware inserendo inoltre del codice malevolo all’interno degli smartphone Xiaomi.

Tags
Back to top button
it_ITItalian
en_USEnglish it_ITItalian

AdBlock Rilevato

Questo sito non contiene annunci invasivi. Vi preghiamo di disabilitare AdBlock per poter continuare a navigare