Hardware

Apple abbandona Intel, nel 2020 su Mac arrivano le CPU ARM

Per quanto Apple non lo abbia mai ufficializzato, i rumor secondo i quali l’azienda di Cupertino sarebbe pronta a dire addio ad Intel sono sempre più insistenti. Non sarebbe certo la prima volta che Apple cambia l’architettura di riferimento su Mac. Infatti 14 anni fa Apple abbandonava la piattaforma PowerPC per abbracciare quella Intel inaugurando l‘attuale era dei dispositivi Mac.

Apple abbandona Intel: la quasi conferma

Una nuova conferma di questo piano segreto di Apple arriva da Axios. Secondo la fonte gli stessi dirigenti di Intel hanno previsto che già a partire dal 2020 i processori dell’azienda non saranno più utilizzati sui futuri Mac. I motivi dietro a questa scelta sono diversi. L’architettura ARM è diventata col tempo sempre più matura e a dimostrarlo ci sono gli stessi prodotti di Apple. La CPU A12X Bionic presente su iPad Pro 2018 è un autentico mostro di potenza in grado di rendere l’ultimo tablet di Apple più potente della maggior parte dei laptop Intel attualmente in commercio.

La seconda motivazione sarebbe dovuta ai minori consumi a parità di prestazioni della piattaforma ARM, un fattore che potrebbe rivelarsi decisivo sui MacBook di Apple. Per ultimo, ma non meno importante, Apple gestirebbe dall’interno lo sviluppo di questi nuovi processori, migliorando ancora di più l’integrazione tra macOS el’hardware.

Apple abbandona Intel: unificazione dei sistemi operativi?

Apple unificherà iOS e macOS in un sistema operativo unico? La risposta sembra chiara. Questo non vuol dire che l’attuale sistema operativo dei Mac verrà rimpiazzato da iOS. Su questoalla scorsa WWDC Apple è stata già chiara in merito. I chip basati su tecnologia ARM sono già disponibili sugli ultimi modelli di iPhone. 

L’intenzione di Apple di passare ad ARM anche per i processori dei Mac è in qualche modo indicata anche dal processo di unificazione in corso tra iOS e macOS: se non da un punto di vista delle funzionalità e dell’interfaccia, almeno dal punto di vista delle applicazioni. Apple intende infatti unificare le applicazioni, così che ci sia un solo pacchetto eseguibile sia su macOS che su iOS.

Un fattore molto più conveniente se i sistemi operativi avessero la stessa architettura di processore sottostante. Questo piano dovrebbe concretizzarsi nel 2021, teoricamente un anno dopo il lancio dei primi Mac su base ARM, ma già dallo scorso anno è possibile effettuare porting da iOS a macOS.

Tags
Back to top button
it_ITItalian
en_USEnglish it_ITItalian

AdBlock Rilevato

Questo sito non contiene annunci invasivi. Vi preghiamo di disabilitare AdBlock per poter continuare a navigare