Apple

Apple: risolto il bug di FaceTime grazie ad un quattordicenne

Qualche giorno fa, è stato denunciato un bug relativo agli smartphone Apple, in particolare all’applicazione FaceTime. In particolare, questo bug è relativo al FaceTime di gruppo: difatti, l’utente riusciva a spiare l’altra persona ancora prima che questa rispondesse alla chiamata virtuale.

Apple risolve il bug relativo a FaceTime

Relativamente alla soluzione del bug, dobbiamo ringraziare Grant Thompson, ragazzo quattordicenne di Tucson, Arizona. Il quattordicenne, durante una sessione del celebre gioco online Fornite, voleva semplicemente iniziare una chiamata di gruppo FaceTime con i propri amici. Grant Thompson, si è reso conto casualmente del fastidioso bug.Dopo le scuse ufficiali, avvenute attraverso un comunicato stampa, e le denunce arrivate poco dopo, Apple ha ufficialmente ringraziato il quattordicenne e la famiglia intera. I colleghi di The Verge hanno dichiarato che l’azienda di Cupertino ha inviato una somma di denaro come premio per la scoperta del bug. Non è la prima volta che le aziende inviano delle somme di denaro agli utenti che scoprono i bug nascosti.

Apple: con iOS 12.1.4 il bug è sparito

Con l’ultimo aggiornamento del sistema operativo (iOS 12.1.4), Apple ha dichiarato che il fastidioso bug è stato risolto: infatti, hanno tempestivamente tranquillizzato gli utenti.
Apple
La famiglia del quattordicenne prodigio ha dichiarato che la somma di denaro ricevuta dall’azienda di Cupertino verrà investita per finanziare gli studi del college di Grant Thompson.
Apple FaceTime
Se non avete effettuato l’upgrade software, vi invitiamo ed effettuarlo subito. Ringraziamo Apple per la tempestività nel risolvere questo fastidioso bug, che minava alla privacy degli utenti.

Tags
Back to top button
it_ITItalian
en_USEnglish it_ITItalian

AdBlock Rilevato

Questo sito non contiene annunci invasivi. Vi preghiamo di disabilitare AdBlock per poter continuare a navigare