Apple

Sentenza shock: stop alle vendite di IPhone in Cina

Continua la guerra commerciale fra Cina e USA. Dopo aver arrestato la figlia del fondatore di Huawei ed aver annunciato i dazi nei confronti degli IPhone “cinesi”, è arrivata una sentenza emblematica. Tutti gli IPhone (tranne XR, XS e XS Plus) non potranno più essere venduti in Cina.

Cina blocca la vendita degli IPhone

Appena la notizia è stata divulgata, tutti pensavamo che fosse una risposta alle ultime scelte fatte dal presidente americano Donald Trump. Non è un segreto che, fra Huawei e USA, non ci sia un buon rapporto. In questo caso, a pagarne le conseguenze è solo Apple.

Infatti, stando a recenti studi e ricerche, la società californiana potrebbe perdere il 20% dei ricavi totali. Questo risultato lo si può dedurre anche dalle dichiarazioni di Apple stessa. Nell’anno fiscale che è appena terminato (fine settembre), la società ha dichiarato che circa il 19,6% delle vendite nette proveniva dalla Cina.

Stop IPhone in Cina: qual è la causa?

La causa principale che ha scatenato la dura nazione della Repubblica Popolare Cinese la ritroviamo nella diatriba tra Apple e Qualcomm. Quest’ultima accusa la società produttrice degli IPhone di aver violato due suoi brevetti.

Apple Vs Qualcomm
A tal proposito, non sono stati rilasciati i nomi o quantomeno i contenuti dei brevetti in questione. Nel caso dei prodotti Apple, Qualcomm non produce i processori, bensì altre componenti tecniche.

Potrebbe interessarti: IPhone XR: DxOMark lo piazza al primo posto con 101 punti

Non ci resta che attendere ulteriori informazioni riguardanti questa decisione. Riuscirà Apple a vendere i propri terminali anche nella R.P.C.?

Tags
Back to top button
it_ITItalian
en_USEnglish it_ITItalian

AdBlock Rilevato

Questo sito non contiene annunci invasivi. Vi preghiamo di disabilitare AdBlock per poter continuare a navigare