Android

Sony: depositato il brevetto dello smartphone trasparente

Il prossimo anno, assisteremo alle presentazioni di smartphone diversi dal solito. In questo caso, ci ha pensato Sony a sorprendere la community. Infatti, l’idea di presentare uno smartphone trasparente è stata confermata dalla presenza di un brevetto depositato dalla casa nipponica in primavera e pubblicato dalla WIPO il 22 novembre 2018.

Sony: brevettato lo smartphone trasparente

Il brevetto in questione, scoperto dai colleghi di Letsgodigital, è molto complesso. Possiamo essenzialmente dire che si basa su semplici fenomeni di rifrazione della luce, che dovrebbero simulare la trasparenza del terminale. Adesso, letto in questa maniera, sembra molto facile: in realtà è un processo molto complicato.

Quindi, ci troveremo dinanzi ad un terminale costituito da ben due display, uno anteriore ed uno posteriore. Tra di loro, verranno inserite tutte le componenti hardware. Adottando questa specifica soluzione, l’utente dovrebbe riuscire a regolare il livello di trasparenza del proprio smartphone.

Sony: Letsgodigital ipotizza lo smartphone pieghevole

Sempre Letsgodigital, ha deciso di realizzare dei render simili a quelli presenti nel brevetto. Analizzando quest’ultimo, scopriamo anche che è presente una variante pieghevole di questo terminale. Adottando questa soluzione, non sappiamo come Sony riuscirà a rendere trasparenti entrambe le parti.

In realtà, la società Nipponica aveva già pensato ad uno smartphone trasparente. Infatti, già in passato, l’idea di produrre uno smartphone trasparente era più di un semplice pensiero.

Potrebbe interessarti: Huawei Nova 4: fissata la data di presentazione ufficiale

Non ci resta che attendere di ricevere ulteriori informazioni riguardanti questa nuova tecnologia. Riuscirà Sony ha presentare il primo smartphone totalmente trasparente?

fonte: letsgodigital

Tags
Back to top button
it_ITItalian
en_USEnglish it_ITItalian

AdBlock Rilevato

Questo sito non contiene annunci invasivi. Vi preghiamo di disabilitare AdBlock per poter continuare a navigare